30 sub per pulire i fondali di Marina di Pisa


30 sub per 300 chili di rifiuti. No, non si tratta di un indovinello ma dell’estrema sintesi del lavoro svolto da 30 giovani volontari che sabato 15 giugno si sono ritrovati in piazza Baleari a Marina di Pisa con lo scopo di immergersi nelle acque antistanti per pulire il fondale marino.

Un’iniziativa organizzata dal “Gorgona Club Pisa” intitolata “Puliamo a fondo” che ha visto anche la partecipazione di persone esterne al club che hanno voluto dare una mano a ripulire il fondale antistante la piazza di Marina di Pisa. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il patrocinio del Comune di Pisa, ha permesso di liberare un piccolo spicchio di mare da circa 300 chilogrammi di immondizia, costituito principalmente da materiali molto ingombranti, come pezzi di strutture, lastre di amianto, bottiglie di materiale vario.

“Purtroppo non abbiamo potuto fare molto di più perché il mare era torbido e la visibilità scarsa” ha affermato Cantini, presidente del Gorgona Club Pisa “Abbiamo persino dovuto interrompere il nostro lavoro prima del previsto a causa del vento che rendeva pericoloso il lavoro di recupero per i nostri sub”.

Grande soddisfazione anche da parte dell’assessore all’ambiente Filippo Bedini che ha così commentato: “Ringrazio i volontari subacquei del Gorgona Club Pisa per questa iniziativa che serve a sensibilizzare al tema del corretto conferimento dei rifiuti di plastica, fondamentale per evitare i danni ambientali prodotti dall’abbandono di materiali non biodegradabili sulla costa e in mare”.

Perché anche un piccolo gesto può migliorare le sorti dell’ambiente.