Sfere di acqua commestibili per una maratona ecosostenibile!

Sfere di acqua commestibili per una maratona ecosostenibile!

Avete notato quelle particolari sfere trasparenti che venivano consegnate agli atleti della Maratona di Londra per dissetarsi? Si tratta di bottiglie d’acqua commestibili, inventate da un team di giovani ingegneri spagnoli che, per l’invenzione, hanno ricevuto il Luxus Design Award.

Uno strumento decisamente molto di moda, che viene sempre più utilizzato nelle competizioni sportive in sostituzione delle più inquinanti bottigliette di plastica. Questi contenitori, infatti, oltre a essere commestibili, si degradano nell’ambiente nell’arco di 4-6 settimane.

Ma entriamo nei particolari. Come si chiama il prodotto e quali sono le sue caratteristiche? Il contenitore, noto come Ooho, è composto da una membrana gelatinosa che può essere ingerita in tutta sicurezza oppure gettata via. Questa membrana, che costa circa 2 centesimi di euro al pezzo, è formata da alghe marine e cloruro di sodio. Oltre a contenere 5 volte meno anidride carbonica rispetto agli altri contenitori, mantiene l’acqua sempre fresca!

Ma da dove nasce questa intuizione? Come detto in precedenza, dal genio di tre ingegneri spagnoli, Rodrigo García González, Guillaume Couche e Pierre Paslier che hanno pensato bene di dover sostituire le bottigliette d’acqua con uno strumento più ecologico. Dopo ogni singola manifestazione sportiva, infatti, si veniva a creare una scia di bottiglie di plastica in ogni tratto del percorso, per una quantità di rifiuti fuori dal normale. Una condizione non sostenibile dal punto di vista ambientale.

Un’idea decisamente ottima! L’obiettivo adesso sarà quello di diffonderla su larga scala e fare in modo che il prodotto non venga distribuito solo nelle maratone ma anche in altri contesti, per iniziare un vero e proprio processo plastic-free!